Lovelock : “Troppo allarmismo, le temperature non stanno più aumentando”

https://i0.wp.com/www.meteoweb.eu/wp-content/uploads/2012/04/lovelock-LST065612.jpg

Se avessi titolato “James Lovelock, guru ambientalista e teorico di GAIA da ragione a Pepe Ramone” ci saremmo tutti sganasciati dalle risate, ma non avrei detto una cosa troppo lontana dalla verità: leggere per credere…….

Clima, il guru ambientalista James Lovelock fa marcia indietro: “abbiamo fatto troppo allarmismo, le temperature non stanno più aumentando”

James Lovelock è un chimico britannico, scienziato indipendente, scrittore e ricercatore da sempre ambientalista, da sempre convinto delle responsabilità umane nei cambiamenti climatici. E’ l’autore della nota “teoria di Gaia” con la quale per primo ha descritto il pianeta Terra, con tutte le sue funzioni, come un unico superorganismo.
Nel 2006 in un’intervista all’Indipendent, quotidiano britannico, diceva che “a causa del riscaldamento globale moriranno miliardi di persone nel mondo, e solo in pochi potranno riuscire a sopravvivere nell’Artico, l’unica zona del pianeta dove il clima rimarrà tollerabile alla vita degli esseri umani entro la fine del 21° secolo“.
Poco dopo, intervistato dal Guardian, un altro quotidiano britannico, confermò che “l’80% degli esseri umani morirà entro il 2.100 d.C. e che questo cambiamento climatico durerà almeno 100.000 anni. Entro il 2040, la popolazione mondiale sarà abbattuta da carestie dovute a siccità e inondazioni, e la gente del sud Europa, del sud/est Asiatico e dell’America centrale si muoveranno verso nord“.

Adesso Lovelock ha cambiato completamente idea, alla luce degli ultimi dati climatici. In un’intervista al famosissimo giornale online di news MSNBC, ha spiegato che “proprio io, scienziati anticonformista sdiventato un guru dei movimenti ambientalisti, devo riconoscere di esser stato troppo allarmista sul cambiamento climatico. Altri, come Al Gore, esagerano in modo significativo. Sto scrivendo un libro in cui spiego che i cambiamenti climatici in atto non sono così rapidi come si pensasse, e che probabilmente sono del tutto naturali. Non sappiamo in che direzione stia andando il clima, pensavamo di saperlo 20 anni fa e ciò ha diffuso tesi allarmistiche che i dati hanno smentito, compresa la mia. Sembrava tutto chiaro, ma non è successo. Dal 2000, le temperature del pianeta non sono più aumentate. Dodici anni sono un tempo ragionevole, e se le temperature sono rimaste costanti in ben 12 anni, proprio quando dovevano aumentare secondo ogni previsione, e con un continuo aumento delle emissioni di gas serra, beh a questo punto non possiamo più avere dubbi su come stanno le cose“.

giovedì 26 aprile 2012, 11:31 di

Certo, bastava confrontare i fatti con le idee preconcette per capirlo (es: Global warming mystery: Some Himalayan glaciers getting bigger   , Why Antarctic Sea Ice Is Growing in a Warmer World ). Mente è notizia riportata oggi che “i dati e le immagini del satellite CRYOSAT confermano i “boom” dei ghiacci polari”

Ora, ricordo a tutti che Lovelock è stato uno dei propulsori della mefitica “geoingegneria”, scienza che, con il pretesto del “riscaldamento globale” propone e sperimenta azzardate operazioni di controllo del clima (mentre nei totaliari ambienti della tecnocrazia europea si proponeva il “reato di negazionismo del Global Warming” o la sua associazione a forme di patologia psichiatrica) . A questo punto è legittimo (e doveroso) chiedersi a cosa mira (realmente) l’agenda della Geoingegneria. Noi ne abbiamo parlato qui:

Attenzione: le posizioni espresse su questo blog non rispecchiano necessariamente le posizioni sostenute dall’emittente Controradio.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Chemtrails, Geoingegneria, geopolitica, Scie Chimiche. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Lovelock : “Troppo allarmismo, le temperature non stanno più aumentando”

  1. Il trucco è questo!!!!
    Confondere, cambiare campana poi tornare indietro…Ma io non l’avevo detto…no sbagli ci sono i documenti ufficiali che lo dicono….macchè lo hai letto su un blog pacco…
    E intanto l’agenda prosegue…

  2. Pingback: SPD chiede al Parlamento Tedesco un dibattito pubblico sulla geoingegneria | sulle irrorazioni chimiche

  3. Pingback: La Terra non si sta più riscaldando | Informare per Resistere

  4. Paolo ha detto:

    “Il 2012 è stato uno degli anni più caldi dal 1880 ad oggi. A rivelarlo e dimostrarlo (dati alla mano) sono due importanti Agenzie statunitensi specializzate nello studio del clima e la sorveglianza del nostro pianeta via satellite: il Giss, Istituto Goddard per gli studi spaziali di Nasa, e il Noaa, l’Ente federale che studia gli oceani. Dall’elaborazione grafica dei dati si vede chiaramente che buona parte del cambiamento del clima si è verificata negli ultimi 30 anni: la temperatura media è cresciuta di quasi un grado, in 133 anni”.
    http://www.tg1.rai.it/dl/tg1/2010/articoli/ContentItem-46b89d1f-c05a-4f96-98dd-437ca7fb95cc.html
    Dunque è vero, come diceva Lovelock prima dell’estate orribile, che certi scenari apocalittici (3°C in un secolo) non si sono verificati, ma gli orsi polari, per esempio, non sono per niente contenti dell’estate boreale 2012, con la banchisa ai minimi termini, e neppure io, se proprio la vogliamo dire tutta! Speravo che il doppione del 2003 tardasse a presentarsi…

  5. Pingback: Scienza Ideologicizzata e Scienza Marcia – Menzogna Globale; il “club esclusivo” e il controllo della Geoingegneria mondiale | Escogitur.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...