20 giugno 2012 – SPD chiede al Parlamento Tedesco un dibattito pubblico sulla geoingegneria

Il Partito Social-Democratico Tedesco chiede formalmente che nel parlamento tedesco si apra un dibattito pubblico sulla “Geoingegneria“. Come già evidenziato anche in un sito governativo si immagina che la controversa tecnica possa essere usata come forma estrema di contrasto al cosiddetto “Riscaldamento Globale da origine antropica” (teoria per la verità ormai abbandonata anche dai più strenui teorici della prima ora ma pervicacemente sostenuta dall’establishment e dai promotori  -più o meno “interessati”- della cosiddetta Green Economy).

Fa piacere notare come, proprio su queste pagine anche il noto astronomo Gianni Comoretto (pur all’interno della stessa ottica dell’SPD)  abbia espresso perplessità simili : “OGNI tecnica di geoingegneria è assolutamente uno “sparare nel buio”. Non sappiamo assolutamente (e non lo sanno neppure questi scienziati) che succederebbe usandola” .   Auspichiamo dunque che anche in Italia si apra un dibattito simile, chiaro e aperto, al fine di una doverosa informazione dei cittadini su tali derive prometeiche delle elitès tecnocratiche  (anche al di là delle fazioni relative alla questione “Scie Chimiche”). Qui di seguito la traduzione dell‘interpellanza pubblicata sul sito del Deutscher Bundestag.

http://lh3.ggpht.com/ezmr3sKXskYgZRVcJT4OXTIc1bJ9jVfkEdyCBRlQ2RfUlxiht_xFNotqKTr4xjYlMx-rdg=s170

20 giugno 2012 – SPD chiede al Parlamento Tedesco un dibattito pubblico sulla geoingegneria ! !

www.bundestag.de/presse/hib/2012_06/2012_306/04.html

Traduzione :

Il partito socialdemocratico tedesco (SPD) vuole aprire un dibattito pubblico sulla geoingegneria.

Istruzione e ricerca / Interrogazione parlamentare – 20 giugno 2012

Berlino: (hib/ROL) Nell’ambito dei dibattiti internazionali riguardanti i cambiamenti climatici e il crescente surriscaldamento globale, la geoingegneria o ingegneria climatica svolge un ruolo sempre più importante. Oggetto della discussione è che la manipolazione del clima possa divenire un “piano B”, capace di contrastare gli effetti altamente negativi del surriscaldamento del pianeta. Con il termine “geoingegneria” si intende l’intervento tecnico dell’uomo, su larga scala, sul clima e sugli eventi climatici. Il surriscaldamento del clima deve essere fermato, la concentrazione di CO2 nell’atmosfera deve essere ridotta e l’acidificazione dei mari deve essere evitata.

Il partito socialdemocratico tedesco (SPD), a proposito di “geoingegneria / ingegneria climatica” chiede, nell’interrogazione parlamentare nr. 17/9943, quale sia la definizione di geoingegneria utilizzata dal Governo federale e in quale misura tale definizione sia condivisa a livello internazionale. Il partito socialdemocratico tedesco (SPD) desidera inoltre chiarire (…) se non sia meglio parlare di ingegneria climatica, piuttosto che di geoingegneria, perché – intesi in senso stretto – anche la regolazione delle acque dei fiumi e i cannoni sparaneve dovrebbero rientrare nel concetto di geoingegneria. Inoltre il partito fa riferimento al contesto internazionale e chiede quale posizione assumano, a proposito di geoingegneria, gli altri Stati membri della Comunità europea così come altri paesi industrializzati e paesi emergenti.

Nel 2011 il Ministero dell’ambiente tedesco si è occupato di questo tema con il suo intervento “Geoingegneria – efficace difesa del clima o mania di grandezza?”. Secondo l’interpretazione della SPD, il Ministero dell’ambiente tedesco sarebbe giunto alla conclusione che vi sia il pericolo che la geoingegneria possa essere concepita come un’alternativa ai provvedimenti contro le mutazioni climatiche. Ciò comporterebbe un cambiamento paradigmatico nella politica a difesa del clima. “Un tale cambiamento non può essere seriamente approvato da nessuno”, scrive la SPD nella sua interrogazione. E’ necessario dunque aprire subito un intenso dibattito sociale e politico sulla geoingegneria, per individuarne non soltanto le opportunità e i rischi, ma anche la ragionevolezza e la fattibilità. A questo proposito la Commissione per l’istruzione, la ricerca e la valutazione tecnologica del Parlamento tedesco ha commissionato uno studio sul tema della geoingegneria. Si presume che i risultati dei lavori siano pubblicati nell’autunno 2012.

(Qui in inglese: http://geoengineeringpolitics.blogspot.it/)

Vedi anche: House of Common: The Regulation of Geoingeneering

PEPE RAMONE

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Chemtrails, Geoingegneria, geopolitica, Scie Chimiche. Contrassegna il permalink.

4 risposte a 20 giugno 2012 – SPD chiede al Parlamento Tedesco un dibattito pubblico sulla geoingegneria

  1. Pingback: SPD chiede al Parlamento Tedesco un dibattito pubblico sulla geoingegneria | sulle irrorazioni chimiche

  2. Pingback: Anche su The Guardian si denuncia la Geoingegneria (Italia: un piano di “riduzione delle precipitazioni”?) « Tutto Ciò Che Si Immagina è Reale……..

  3. Maria ha detto:

    Risposta del Bundestag (Parlamento Tedesco )
    Deutscher Bundestag: Regierung: Geoengineering birgt viele Risiken
    TRADUZIONE:

    Deutscher Bundestag: Governo: la geoingegneria nasconde molti rischi.

    Istruzione e ricerca / Risposta – 27/07/2012

    Berlino: (hib/HLE) Il Governo federale non ha ancora definito il ruolo della cosiddetta “geoingegneria” (interventi sul clima) a proposito della limitazione del surriscaldamento globale. In risposta (17/10311) ad una interrogazione parlamentare del Partito Socialdemocratico tedesco (SPD) (17/9943) il Governo scrive che al momento non si può valutare se la “geoingegneria” possa e debba rappresentare, nel suo complesso, un’integrazione ai provvedimenti per la difesa del clima e un adeguamento a cambiamenti climatici ormai inevitabili. Nel complesso il Governo federale condivide il parere formulato dal Partito Socialdemocratico in una interrogazione “che le azioni di geoingegneria nascondono molti rischi e che non possono in nessun caso sostituirsi alla necessaria riduzione dell’ immissione dei gas serra”. Le conseguenze di interventi condotti su larga scala sul sistema climatico non sarebbero valutabili: “Le conoscenze di base e gli strumenti necessari allo scopo non ci sono ancora.” Pertanto il Governo Federale vuole che “i provvedimenti di geoingegneria non vengano condotti senza sufficienti conoscenze, necessarie per poterne valutare e giudicare gli effetti, i rischi e le possibili conseguenze e senza che vengano precedentemente varati meccanismi di regolamentazione a livello internazionale”.

    Fonte:
    http://www.bundestag.de/presse/hib/2012_07/2012_352/01.html

  4. Pingback: IL GOVERNO TEDESCO HA DETTO NO ALLA GEOINGEGNERIA | NoGeoingegneria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...