Grillo, Formigli e il Segreto di Pulcinella (ovvero, quello che abbiamo detto dal 2007 ad oggi)

(Vedi l’originale qui da 1:22:30 a 1:29:50)

Nelle puntate di Piazza Pulita, condotte da Corrado Formigli su La7 del 6 e del 13 Settembre 2012   si rivela al grande pubblico un incredibile segreto, celato dietro al successo del movimento 5 Stelle. Pensate! il movimento non sarebbe poi così tanto “spontaneo” o “democratico”, anzi, (udite, udite!) dietro di esso ci sarebbero inquietanti finaziatori o motori occulti come tal Gianroberto Casaleggio!!  E spunta anche un sinistro video in cui l’utopia di Casaleggio si rivela in tutta la sua visionaria e raggelante follia tecnocratica.

Apriti cielo!!! …

La polemica infuria, il movimento è dato per spacciato, la “ggente” vuole chiarezza!! Addirittura nella puntata del 13 Carlo Freccero, attuale direttore di Rai 4, rivela come Casaleggio non sia nemmeno il nome più inquietante nascosto tra le pieghe del 5Stelle. Socio di Casaleggio è infatti tal Enrico Sassoon (si, di “quei” Sassoon della Guerra dell’Oppio..) membro dei circoli Bilderberg (che, si sa, non esistono…). Freccero a questo punto, davanti ad un Formigli “sbiancato” azzarda l’ipotesi che i circoli Bilderberg attorno ai quali ruota lo stesso Mario Monti, attraverso l’asse Sassoon/Casaleggio/Grillo “pilotino” in Italia anche l’opposizione all’interno del piano planetario per instaurare un Nuovo Ordine Mondiale.  Capperi però!!!

Formigli probabilmente non aspettava un’uscita del genere, ma nel costruire e gestire le puntate ha rivelato tristemente la vera natura della sua figura professionale, quella del “sicario” (metaforico, s’intende). E’ evidente infatti che il Movimento 5Stelle è stato ritenuto utile e “creato” (o quanto meno “sostenuto”) in una fase “denstruens” in cui era necessario fare (appunto) “piazza pulita” dell’esistente, gettando scompiglio e discredito tra la politica italiana al fine di aprire la strada all’intervento dei “Tecnici” (che poi son Professori, non Tecnici e, come si sa, “chi non sa fare insegna”). Solve et Coagula.
Ordo ab Caho.

Una volta assolta la sua funzione anche il Movimento è sottoposto allo stesso trattamento (è interessante ora capire se Grillo è o no consapevole della fine riservatagli) . Lo “scooppone” di Formigli era infatti il classico “segreto di Pulcinella” o, se preferite, un “dossier” tenuto in un cassetto in attesa del momento in cui sarebbe tornato utile. E’ infatti impensabile (cioè non-credibile) ipotizzare che il Formigli non fosse già da tempo a conoscenza di quanto “rivelato solo qualche giorno fa…)
Non ci credete???
Eccovi allora gli articoli che noi stessi del Quintolemento scrivevamo negli anni dal 2007 al 2009 e nei quali tutti gli elementi di cui tutta l’Italia parla erano già ben messi in evidenza.

http://quintoelemento.mytrident.net/index.php/beppe_grillo_e_il_mito_della_caverna?blog=7
 
http://quintoelemento.mytrident.net/index.php/v_day_paura?blog=7
 
http://quintoelemento.mytrident.net/index.php/casaleggio_a_new_world_order_is_born_tod?blog=7

Il nome di Casaleggio (curatori anche del sito di Antonio Di Pietro), i video (tranquillamente disponibili in rete si da allora), il nomi dei soci (tra cui quello del potentissimo Enrico Sassoon)… tutto già scritto.

Si rivela allora il vero stato dell’informazione, la vera natura del gioco. Noi siamo psicopatici, Freccero invece è un luminare della comunicazione, noi dei paranoici, Formigli un “professionista”… ma per piacere…..

Pepe “ve l’avevo detto” Ramone

–di seguito gli articoli originali con i relativi commenti, interessantissimi, più delle mie suggestioni, i commenti dei lettori–

BEPPE GRILLO E IL MITO DELLA CAVERNA (3 Luglio 2007)

Lo so, non è affar mio, ma tutte le volte che sento puzza di zolfo …. Eccovi la futuristica visione della Casaleggio e Associati…decisamente inquietante…

Date un ‘occhio a tutto il filmato, a parte la spiacevole sensazione di disagio, vi resterà l’impressione che il futuro da loro auspicato, non sia esattamente quello che vorreste, e l’incubo della tirannide tecnocratica di Dickiana memoria sia dietro l’angolo, mercificazione delle emozioni e delle esperienze in mondi virtuali…

Questo filmato viene direttamente dal sito www.casaleggio.it, per i meno aggiornati, riportiamo in fondo, il testo integrale del post, per la verità vecchiotto, che ha suscitato le nostre attenzioni. Lì capirete perchè ci occupiamo di questa apparentemente innocua attività.
Torniamo al filmato.

Il filmato si intitola “Prometeus – The Media Revolution”.
Il mito di Prometeo che rubò il fuoco a gli dei per portarlo a gli uomini nella mitologia greco-romana non è altro che l’equivalente pre-cristiano di Lucifero, (letteralmente: il portatore di luce) il dio a cui si rifanno gli illuminati (o prometeiani),

prima ancora di Prometeo andando fino all’antica Babilonia l’equivalente luciferino è incarnato dalla regina Semiramide (letteralmente: portatrice del ramo), il ramo che come traspare anche dal mito del ramo d’oro di Virgilio è strettamente connesso con il pincipio igneo-aureo
La Regina Semiramide e le sembianze di Semiramide riconoscibili nella statua della libertà
Il logo di Prometeus (ben visibile nel video) è ovviamente, una fiaccola.

Il Video presentato dalla Casaleggio Associati come abbiamo visto non manca di sponsorizzare l’inquietante mondo di Second Life, di cui ripropongo il logo:

si noti, prego, l’occhio dentro la mano, ennesimo simbolo pre-cristiano legato al mefitico ‘evil eye’ come dicono gli anglosassoni, ‘malocchio’, diremmo noi

Verso la fine la voce narrante (quella sintetizzata dello stesso Philip Dick) declama: ” This is the Prometeus New World(questo è il nuovo mondo di Prometeo riecheggiando il New World Order o Novus Ordo Seclorum), subito dopo il video si chiude su questa immagine

L’Occhio e la Piramide …. dove li avevamo già visti …. pensateci bene … un aiutino?    

avete indovinato, sui bigliettoni verdi, i dollari, e che c’è scritto su? Novus Ordo Seclorum

Ma l’occhio nella piramide è anche il simbolo dei fantomatici
Illuminati Di Baviera‘.
Chi sono?
L’Ordine degli Illuminati sarebbe(anzi, è) un ordine para-RosiCruciano di adoratori di Lucifero (Prometeo) fondato a Ingolstadt (Germania) il 1 maggio del 1776 (lo stesso anno della dichiarazione d’indipendenza degli Stati Uniti D’America) da Johann Adam Weishaupt finalizzato alla costituzione di un Nuovo Ordine Mondiale …. eccovi due link, uno per chi ha fretta, uno per chi vuole approfondire meglio.

Ma vi ricordo che Occhio e Piramide erano anche sulla locandina di Arancia Meccanica
(ahi Kubrik, Kubrik…)

Insomma, va da se che lo spazio a disposizione non è sufficente, io vi lancio delle suggestioni …poi fate voi. Anch’io ho visto l’ultimo spettacolo di Beppe Grillo, mi son divertito, e mi va anche bene il V-Day, ma, due aspetti mi hanno lasciato perplesso:
A)l’eccessivo ottimismo tecnologico
B) non ve lo dico (se volete scrivetemi…)

…Beppe Grillo è un ‘Gatekeeper‘ ???

Alla luce di tutto ciò, qualche dubbio in più mi viene, soprattutto se penso a Second Life e lo confronto col Mito Della Caverna di quel brav’uomo di Platone, ricordate…?

Descrive una caverna profonda stretta ed in pendenza,simile ad un vicolo cieco.Sul fondo ci sono gli uomini,che sono nati e hanno sempre vissuto lì;essi sono seduti ed incatenati,rivolti verso la parete della caverna:non possono liberarsi nè uscire nè vedere quel che succede all’esterno. Fuori dalla caverna vi è un mondo normalissimo:piante,alberi,laghi,il sole,le stelle…..

PEPE ‘e infine uscimmo a riveder le stelle’ RAMONE

*alcuni dei contenuti di questo post sono tratti da http://dicke.meetup.com/18/boards/view/viewthread?thread=3190258

Vedi anche” Il programma malthusiano di Beppe Grillo
*****************************************************
il post di Patricia:
Un grande CIAO a tutti
E’ il mio primo messaggio e quindi mi sembra giusto salutare l’intera community
E’ da tempo che seguo Grillo, e leggo i vostri post qui da quasi due mesi.
La curiosità di conoscervi è venuta da quando una mia amica mi ha parlato con entusiasmo del primo raduno a Milano.
Volevo capire cosa si proponeva questa community e in che modo agiva per raggiungere i suoi obiettivi.
Visto che il board di milano non era molto attivo, sono arrivata qui su quello generale.
Ho letto con grande interesse alcuni post, come ad esempio:
– Il portale della consapevolezza
– Come finanziarsi
– Appello per una migliore struttura
– Cosa essere, cosa fare, cosa raggiungere e come
– Una proposta concreta, che sembra quasi un tentativo di sintesi e orietamento dei precedenti.
Inoltre, recentemente sono stati nuovamente proposti la realizzazione di uno statuto e di un manifesto programmatico.
Oltre ad altri che parlano di cose comunque interessanti o di lodevoli iniziative, questi mi sembra che abbiano generato molto interesse e stimolato animate discussioni.
Ho avuto l’impressione che molti, oltre a considerare MeetUp non adatto alle loro necessità di informazione e organizzazione (in fondo, qui in America viene usato per organizzare incontri di gente con stessi interessi), cerchino di dare un’identità più chiara e una struttura più efficace a questa community
Ora, vista la mia abitudine ad osservare a lungo gli eventi e le situazioni che accadono prima di dare giudizi ed esprimere opinioni, ho fatto come mio solito e mi sono posta una serie di PERCHE’:
– Perchè Grillo ha scelto MeetUp, un servizio a pagamento quando ce ne sono di gratuiti fatti meglio?
– Perchè fino ad oggi, che io sappia, non si è concretizzata nessuna delle proposte fatte (anche le più semplici, come i volantinaggi)?
– Perchè gli organizzatori dei gruppi più importanti (come Milano e Roma) non partecipano attivamente alle discussioni?
– Perchè i maggiori detrattori delle proposte fatte per costruire nuovi e migliori strumenti sono proprio gli organizzatori locali?
– Perchè gli organizzatori del gruppo di Milano hanno fondato il gruppo il 10 giugno, quando Grillo ha proposto di usare MeetUp solo il 16 luglio?
Poi, visto che gli argomenti visti sopra (migliore organizzazione, sito alternativo, autofinanziamento, indipendenza decisionale, etc.) cominciavano a raccogliere un certo consenso e dovevano essere proposti e discussi nell’incontro del gruppo di Milano questa sera:
– Perchè proprio il giorno prima dell’evento di Milano Grillo ha fatto un post nel suo blog che suggeriva tre cose (rimanere su MeetUp, fare cose semplici in ambito locale e coordinarsi con gli organizzatori con i quali sarà in contatto) che vanno esattamente nella direzione opposta a quella che spontaneamente stava qui nascendo?
Visto che non riuscivo a dare risposta a queste domande, ho cominciato a fare un pò di ricerche in rete.
E questo è quanto ho scoperto:
– Gli assistenti dell’organizzatore del gruppo di Milano (Gianroberto Casaleggio, Davide Casaleggio e Mario Bucchich) sono 3 dei 5 associati di una società chiamata Casaleggio e Ass. – Questo è il sito con le foto
– L’organizzatore di Milano, Maurizio Benzi, lavora per la Casaleggio e Ass. – qui c’è un’interessante blog del suo ex professore, Maurizio Goetz, su IMLI – oltre a scrivere articoli per E-conomy – illuminante questo sulla Social Network Analysis.
– La casaleggio e Ass., guarda caso, si occupa di “creazione di gruppi di pensiero e orientamento”, “indirizza tecniche di Social Network per le società che operano nel relationshp business”, “sviluppa social netwok applications” (software) e “definisce struttura, scopo e percorso attuativo dell’utilizzo della Rete per i propri obiettivi di business” –
come dichiarato in parte qui
– La Casaleggio e Ass. è l’agenzia che ha prodotto il blog di Beppe Grillo ed è anche consulente dello stesso per tutta la sua attività in rete. E’ la stessa, infatti, che gli suggerisce le operazioni e le iniziative da svolgere in (o mediante) Intenet, così come è avvenuto per MeetUp – . vedere di nuovo il blog di Goetz
Ora, malgrado possa sembrare il contrario, vi assicuro che non soffro di paranoia ossessiva e non sono una teorica delle cospirazioni, però ammetto che in me si è insinuato qualche sospetto:
non sarà che siamo parte inconsapevole di un progetto di studio, e il laboratorio è MeetUp?
non sarà che siamo cavie orientate e stimolate a fare quello che altri vogliono?
non sarà che la forza trainante di Grillo, forse anche lui circuito (perchè non riesco proprio a vederlo artefice), è diventata strumento di web-marketing?
non sarà che la Casaleggio e Ass., insomma, abbia messo in piedi questo circo per raggiungere propri obiettivi poco nobili, nascondendoli dietro alle indubbie buone cause e sfruttando le indiscutibili capacità catalizzatrici di Grillo?
Devo essere sincera, nella speranza di essermi costruita un viaggio tutto mio e nell’irresistibile curiosità di “toccare con mano” la situazione, visto che ero qui in Italia sono andata all’incontro di Milano che si è tenuto questa sera
Beh, all’incontro ha partecipato a sorpresa anche Grillo. Tutti contentissimi.
Ha parlato, come potete immaginare, per gran parte del tempo, dicendo ovviamente cose giuste e spingendo un’iniziativa sulla preservazione del parco di Gioia di Milano
A parte questo, ci sono stati 3 o 4 timidi interventi poco costruttivi (una vaga proposta di boicottaggio e i soliti volantinaggio) e…. un incensante discorso del tanto stimato (da Grillo, che ne tesseva le lodi) Gianroberto Casaleggio sul successo dell’operazione www.beppegrillo.it e sulla potenzialità della rete nei confronti dei moribondi vecchi media.
Cose davvero concrete e interessanti ZERO e, soprattutto, non si è affrontato nessuno (anzi, non è stato fatto cenno) dei temi visti sopra. Come inesistenti
Infine, dato che avevo la stampa delle foto del sito della Casaleggio e Ass., mi sono accorta che c’era tutta la banda al copleto (che, con gli amici, saranno stati una dozzina)
Da una parte, devo dirlo, ho avuto la rincuorante impressione che Grillo sia in totale buona fede, dall’altra però ho avuto l’altrettanto netta sensazione che la serata fosse.. come dire… teleguidata
E’ più produttivo avere una sorta di “fight club” controllabile (magari anche a fin di bene?!) o spontanei movimenti auto-organizzati, indipendenti e basati sul concetto rivoluzionario di “democrazia diretta” via Internet?
Maditiamoci sopra
Patricia
Comments
Comment from: Cristian CONTINI [Member] Email
Cristian CONTINIEhm mi spiace contraddire il Pepe Ramone, ma l’occhio nella mano di Second Life, è in realtà un notissimo simbolo di protezione CONTRO il malocchio, non legato al malocchio come erroneamente lei mi dichara..:-),La mano infatti rappresenta la mano protettiva di Dio, e l’occhiio azzuro è un potente scudo contro le influenze negative…del malocchio…Il simbolo, Hamsa o Khamsa per i musulmani, noto anche come la Mano di Fatima o di Myriam rappresnta anche il simbolo dell’unione di due abilità e sensi umani : il sentire/vedere, e lo sperimentare fare/creare…l’aspirazione all piena consapevolezza e all’espansione totale delle proprie possibilità…Se vogliamo dirlo con gli strutturalisti è il famoso learning by doing…perchè credi che l’abbioano scelto alla Linden? Ti immagini se non facevano ricerche prima di usare un simbolo cosi, pensando ai catto-integralisti in agguato nella bible belt americana…Cristian “siamo tutti complottisti” :-)P.S. Sugli illuminati di Baviera e il delirio complottistia rimando alla lettura di quel capolavoro di controcultura che è la comicissima trilogia degli illuminati del compianto Robert Anton Wilson nella fiction l’idea è che fin dai tempi di Atlantide, un gruppo conosciuto fra le altre cose come gli Illuminati di Baviera cerchi di controllare il mondo , e un gruppo opposto anoarcoide cerchi di opporvisi. Gioco di Specchi, pulp , umorismo, coscienza paranoico-collettiva e l presa per i fondelli di tutti gli integralismi la fanno da padrone…leggetelo e poi se ne riparla., anche dell’occhio-che -tutto-vede dei dollari americani…
07/03/07 @ 22:30
Comment from: PEPE RAMONE [Visitor] Email
PEPE RAMONECaro Cristian,permettimi di rispondere.Sull’occhio+mano, ho correttamente detto che il simbolo è ‘legato a’ non ‘procuratore di’, del resto è indubbio che essere ‘contrari’ a qualcosa sia un modo di essere ‘legati’.Il simbolo è molto antico ed ha molte valenze, quasi sempre legate ad un uso ‘magico’, quasi mai ‘religioso’, mai ‘pratico’, e, ammesso che l’occhio sia un simbolo di ‘dio’, beh, qui stiamo proprio cercando di capire di quale ‘dio’ .Quello che più che altro mi preme sottolineare è come dietro a tanti ‘pragmatici materialisti’ magari invasati di utopie tecnologiche, si nasconda una approfondita conoscenza di strane simbologie ‘occulte’, quasi sempre riconducibili ad una medesima radice.Per quanto riguarda gli ‘Illuminati di Baviera’, sinceramente, poco mi interessa il parere di un cinico disincantato ex editorialista di Playboy.
E’ del resto ben noto che un buon modo di ‘imboscare’ veritè scomode sia quello di ‘esporle in evidenza’ magari con desacralizzante piglio ‘underground’.Per conto mio non so se gli Illuminati esistano ancora, e che tipo di potere abbiano, o se non siano una comoda ‘lepre di pezza’ come gli ‘Skull & Bones’, per quanto mi riguarda, preferisco chiamarli ‘I Superiori Incogniti’.PEPE :. RAMONE
07/04/07 @ 15:14
Comment from: Cristian CONTINI [Member] Email
Cristian CONTINIQuindi sei io dico che il simbolo della croce è legato al mefitico satanismo, secondo il tuo modo di argomentare non sto dicendo una cosa sbagliata o lievemente ambigua? :-))Suvvia suvvia Ramone, non mi cada nei complottismi da edicola della stazione, o nei deliri alla Icke che vede satanisti, rettiliani e scuri signori in ogni angolo del creato, o i famosi complotti-pluto-giudaico-massonici e-comunisti…Anche noi (plurale rettiliano) ci divertiamo a leggere ed a postare deliri delle subculture complottarde, come ben sanno i nostri piccoli lettori di questo ed altro blog, ma da qui a dare retta a chi vede il 666 perfino sulle carte di credito Visa, ce ne vuole… bisogna prendere ste cose cum grano salis, cioè mettere il sale sul grano che altrimentri un sa di niente, come dicevano i latini.O vogliamo arrivare ai contenuti- satanici-nella musica-Rock -se-sentiti-al-contrario-o ai messaggi subliminali nei film disney come parte di un complotto per distorcere le giovani menti ?Ora invece sul giudizio critico letterario su Robert Anson Wilson, veramente non ti rispondo, perchè si va sui gusti, e sui gusti, come dicevano i latini “un ci si sputa ad est”, anche se potrei dire qualcosa sul giudizio morale e moralista basato sull’essere stato editor letterario per 4 anni di playboy….su playboy in 40 anni hanno scritto e sono stati intervistati praticamente tutti… .e non mi sembrerebbe un buon metro di giudizio artistico questo…ma vabbè…saluti rettiliani anche a te e… Carpe diem! ( Salutami oggi Gli Dei del Carpini, come dicevano i latini)
07/05/07 @ 14:03
Comment from: PEPE RAMONE [Member] Email
PEPE RAMONEPuò darsi che la parola ‘legato’ fosse ambigua (non intenzionalmente) in ogni caso, per me, malocchio o anti-malocchio sono la stessa cosa,figli di mentalità superstiziose.E comunque se tu dicessi ‘che il simbolo della croce è legato al mefitico satanismo’
avresti ragione, perchè l’idea stessa di Bene è un non-senso se slegato dall’altra polarità, il Male.Sei abbastanza scafato da sapere che i David Icke vari servono proprio per screditare
quel poco di vero che c’è nei deliri ‘complottisti’, che spesso di deliri si tratta.A me non interessa (qui)l’esistenza di Dio o di Satana,
interessa invece portare alla luce che alcuni contenuti,
per me ‘sospetti’, esistono, dunque qualcuno ci crede, a entrambi o a uno dei due, a scelta;
certo sono più rassicurato da chi crede in Dio che da chi crede in Satana..ma non per tutti è così….Su playboy in 40 anni hanno scritto tutti ?? è vero, Bevilacqua, Costanzo…e parecchi altri massoni.’un complotto per distorcere le giovani menti’ ???
si, lo credo, ed è sotto gli occhi di tutti.PEPE ‘Pope’ RAMONE
07/05/07 @ 16:31
Comment from: Bl@ckboy [Visitor] Email
Bl@ckboySul dollaro c’è la piramide e l’occhio perchè la Massoneria è stata la protagonista della nascita e dell’indipendenza della nuova nazione sulle orme della Rivoluzione Francese, figlia dei maçon .
07/05/07 @ 19:30
Comment from: PEPE RAMONE [Member] Email
PEPE RAMONEA tal proposito:
“il mondo della Massoneria italiana è in subbuglio. Giuliano Di Bernardo, ex gran maestro del Grande Oriente d’Italia fuoriuscito nel ‘93 per fondare la nuova Gran Loggia regolare d’Italia, con la benedizione dei vertici internazionali della libera muratoria (i special modo inglesi e americani) ha deciso di abbandonare definitivamente squadra e compasso per dar vita a una nuova organizzazione sovranazionale: l’ACCADEMIA INTERNAZIONALE DEGLI ILLUMINATI, costituita l’11 luglio scorso a Roma in piazza di Spagna. Sarà composta di 12 sezioni che copriranno tutti i principali rami del sapere (filosofia, scienza, medicina, economia, politica e comunicazione, tra l’altro), ciascuna con un proprio responsabile. L’Accademia conta già filiazioni negli Stati Uniti d’America, Brasile, Ucraina, Russia, Cina, Francia, Inghilterra e Svizzera.”Alcuni passi da “Il Nuovo Testamento di Satana”, testo guida degli “Illuminati di Baviera” scritto nel 1770 dall’ex gesuita Weisshaupt: «soppressione dei governi nazionali e concentrazione del potere in governi e organi sovranazionali»
E ancora «Creare la divisione delle masse in campi opposti attraverso la politica, l’economia, gli aspetti sociali, la religione, l’etnia (…) armarli e provocare incidenti in modo che si combattano e si indeboliscano. Corrompere (con sesso edenaro) e
quindi rendere ricattabili i politici o chi ha una posizione di potere all’ interno di uno Stato. Scegliere il futuro capo di Stato tra quelli che sono servili e sottomessi incondizionatamente. Avere il controllo delle scuole per fare in modo che i giovani talenti di buona famiglia siano indirizzati a una cultura internazionale e diventino inconsciamente agenti del complotto. Assicurare che le decisioni più importanti in uno Stato siano coerenti nel lungo termine all’obiettivo di un “nuovo ordine mondiale”. Controllare la stampa, per poter manipolare le masse attraverso l’informazione. Abituare le masse a vivere sulle apparenze e a soddisfare solo il loro piacere, perché in una società depravata gli uomini perdano la fede in Dio». A. Weisshaupt 1770PEPE “ora mi bruciano la Vespa” RAMONE07/06/07 @ 11:12
Comment from: bl@ckboy [Visitor] Email
bl@ckboyTi dirò, questo “Il Nuovo Testamento di Satana”, testo guida degli “Illuminati di Baviera” scritto nel 1770 dall’ex gesuita Weisshaupt, mi fa pervenire un sound simile a quello che sento quando si citano i Protocolli dei saggi di Sion, noto falso accertato prodotto dalla cultura antisemita.Insomma, c’è sentore di disinformatja.
07/06/07 @ 18:55
Comment from: Bl@ckboy [Visitor] Email
Bl@ckboyIl Testamento di Satana sarà anche un documento accertatamente vero, tuttavia conviene precisare che è sostanziosamente estraneo alla cultura dell’Illuminismo e degli illuminati.
07/09/07 @ 19:56
Comment from: PEPE RAMONE [Member] Email
PEPE RAMONEIl deismo (o l’occultismo) estranei all’Illuminismo?
TUTTI gli ‘illuministi’ erano massoni e deisti, e con essi quasi tutti i protagonisti della ‘laicissima’ Rivoluzione Francese.
Ti consiglio un testo non visionario o complottista: Giuseppe Giarrizzo,«Massoneria e Illuminismo» (Marsilio)(pregasi approfondire su Albert Pike (1809-1891), massone del 33° grado, Sovrano Gran Commendatore del Supremo Consiglio del R.S.A.A. (Rito Scozzese Antico e Accettato) della Giurisdizione Sud degli Stati Uniti.
Grande amico di Giuseppe Mazzini).A volte mi chiedo davvero in che mondo vivete.P.R.07/10/07 @ 10:54
Comment from: Bl@ckboy [Visitor] Email
Bl@ckboyIl Testamento di Satana mi sembra estraneo come contenuti alla cultura dell’illuminismo: libertà, uguaglianza, fratellanza. I prodromi della dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, che unisce gli uomini invece di contrapporli.
07/10/07 @ 21:56
Comment from: PEPE RAMONE [Member] Email
PEPE RAMONEQuando dicevo ‘ora mi bruciano la Vespa’, sapevo quel che dicevo.Per Black Boy, è evidente che il suo è un chiaro ‘negazionismo’ di fatti storici accertati e che la sua interpretazione della storia dell’Illuminismo è quella dei banchi di scuola.Sulla attendibilità di Wikipedia, chiedete qualcosa a Massimo Del Papa.PEPE’lo-sapevo-che-mi-bruciavano-la-Vespa’RAMONE
07/11/07 @ 10:36
Comment from: PEPE RAMONE [Member] Email
PEPE RAMONEEcco!
E’ arrivata la scomunica della ‘nuova chiesa mondiale’ del ‘Pensiero Unificato’.P.R.
07/12/07 @ 10:35
Comment from: bl@ckboy [Visitor] Email
bl@ckboynon mi sembra che gli autori del video siano particolarmente entusiati dello scenario che descrivono.D’altra parte non è uno scenario nuovo: è dalla metà del xix secolo che se parla.In altri contesti c’è chi sostiene che ci sarà una sola casa automobilistica nel futuro: la Toyota.
Ecco che il punto mi sembra sinteticamente esprimibile in un interrogativo: chi sarà il proprietario della Toyota ? E’ lì che si determinerà il futuro possibile delle libertà individuali: sarà libero chi sarà padrone delle diverse “toyote”.
07/14/07 @ 01:14
Comment from: PEPE RAMONE [Member] Email
PEPE RAMONEPermettimi di non rispondere a questa assurda reazione stereotipata, fuori tema, e, presa ‘un pò’ alla lontana.
Sulla ‘distruzione del Tempio’,
senza minimizzare gli attacchi a (quasi) tutte le Religioni, ora tanto in voga, vorrei capire perchè, nonostante nei millenni siano stati distrutti innumerevoli Templi di innumerevoli religioni, quello sia così importante per chi fa propri i valori della Rivoluzione Francese …
per la Shekinah ???
Ma non eravamo ‘laici’……??P:R:
07/14/07 @ 12:09
Comment from: bl@ckboy [Visitor] Email
bl@ckboyLa rivoluzione Francese ha segnato la negazione della schiavitù e del servaggio come normale condizione. Ha sancito che gli uomini sono uguali e hanno diritto alla libertà. Ha sancito la fine del diritto di proprietà di uomini su altri uomini. Il tutto ha avuto riconoscimento globale con la dichiarazione universale dei diritti dell’uomo del 1948. Dopo una guerra sanguinosa contro chi affermava la supremazia razziale e il diritto sugli untermenschen.
Il protocollo sei savi di Sion è uno deitanti documenti che hanno costituito l’istruttoria che ha portato alle leggi razziali e al sistema programmato di eliminazione di uomini sulla base della loro appartenenza etnica.
La Shoa è figlia della negazione della cultura promossa dall’illuminismo.
I regimi totalitari del xx secolo sono figli della negazione della cultura che ha costruito le libertà della dichiarazione universale dei diritti dell’uomo.Per questo che il richiamo alla Shoa non è affatto fuori tema, ma serve, a mio parere, ad inquadrare i percorsi culturali e i possibili esiti.Hai introdotto un tema che merita attenzione. Ha risvolti che sono macigni.Non prendere le critiche come attacchi personali, perchè tali non vogliono essere.
07/14/07 @ 13:54
Comment from: PEPE RAMONE [Member] Email
PEPE RAMONELa discussione ovviamente potrebbe essere infinita.
Alla fine non mi interessa troppo discutere della validità dei principi della Rivoluzione Francese, della Dichiarazione dei diritti universali dell’uomo, dei protocolli di sion e della ‘presenza reale’ o dei Messiah apostati…
Sono temi troppo grandi e vasti per discuterne in un blog. E rifarsi alla storiografia ufficiale non aiuta (quante ‘verità ufficiali’ sono state miseramente smentite solo negli ultimi 50 anni?).Chiunque abbia letto l’indiscusso saggio di Giorgio Galli ‘Hitler e il nazismo magico’ ha un’idea di come funzionano certi meccanismi, e illudersi che quelle dinamiche siano solo proprie della ‘assurdità’ nazista è cieco ottimismo positivista.’C’è del marcio in Danimarca’ diceva qualcuno.
Quel marcio c’è ancora ed agita la Storia e le nostre vite, (la stessa cronaca di questi giorni ce ne parla), ridurre tutto a comitati d’affari o lobby assetate di denaro è semplicistico.
I contenuti ‘occulti’ ci sono, e chiunque abbia anche un’infarinatura di mentalità ‘simbolica’ saprebbe riconoscerli.Io non ho Verità precostituite.
Dico solo che bisognerebbe pensarci,
con serietà.PEPE RAMONE
07/14/07 @ 14:44
Comment from: Bl@ckboy [Visitor] Email
Bl@ckboyIn uno dei link che hai indicato si arriva a una dichiarazione che attribuisce a Clinton il sostegno degli “illuminati” che lo avrebbero accudito nella sua crescita politica.Di Bush si sa che è un fervente Cristiano.Di Cheney e di Rumsfeld si sa che siano teo-con, oltre che partecipi della Hallyburton (Cheney).http://www.radiokcentrale.it/articolinuovaera/XXICenturyColdWar.htmFornisco anch’io un link per riflessioni su sistemi “occulti” di condizionamento. In alto a destra c’è anche lì un triangolo.Buona lettura. Se vi va.
07/14/07 @ 17:43
Comment from: PEPE RAMONE [Member] Email
PEPE RAMONECaro Black Boy, davvero non hai altro a cui pensare,
io direi di finirla qui.Su Clinton, nessuna meraviglia, non è una novità il Divide et Impera.
Bush è un ‘Cristiano Rinato’, (per la chiesa di Roma un’eresia).
Su chi siano i Cristiani Rinati consiglio il pluripremiato film/documento “Jesus Camp”.Il maggiore impegno della Chiesa di Roma è differenziarsi dai TeoCon che niente hanno del messaggio Cristiano.
Giovanni Paolo II è stato uno dei più decisi (altro che DS) contro la guerra in Iraq e Afganistan.
e quelli che si intendono di Scritture (in paricolare l’Apocalisse di Giovanni) sanno benissimo cosa siano i ‘Falsi Agnelli’.Non si parla di quello che non si conosce.
Io non parlo mai di calcio.PEPE RAMONE
07/15/07 @ 13:49
Comment from: Bl@ckboy [Visitor] Email
Bl@ckboyFa parte del gioco. Sei indubbiamente coerente.
07/15/07 @ 22:59
Comment from: Frà Diavolo [Visitor] Email
Frà DiavoloInteressante blog, interessanti argomenti. La mia stima va a tutti. Ci vuole anche coraggio (e un pizzico di “incoscienza”) per affrontare argomenti del genere.
Mi permetto, forse sbagliando, un consiglio. Innanzitutto credo che sia necessaria una seria e spregiudicata (cioè senza pregiudizi) volontà di ricerca. Ci sono nuovi dogmi e nuovi taboo storici da non toccare. Non credo che sia possibile un serio approccio storiografico senza una certa apertura davanti ai fatti e alle circostanze che li hanno causati.
09/14/07 @ 14:18
Comment from: bl@ckboy [Visitor] Email
bl@ckboyCondivido la scelta di riproporre il tutto per l’attualità delle riflessioni che propone soprattutto distinguendo la cultura dell’Illuminismo da quella degli “Illuminati” di Baviera o di qualsiasi altra collocazione.Gli “Illuminati” condividono sempre qualcosa con quella cultura che noi definiamo mafiosa, e che ha sempre risvolti distruttivi e disaggreganti perchè cerca di mettere gli uni contro gli altri e semina timore, paura e insicurezza.La cultura dell’Illuminismo rappresenta, invece, il faticoso cammino dell’uomo nella conoscenza non rivelata ma ricercata e testata. E’ una cultura che cerca di mettere insieme per libertà, uguaglianza fratellaza per tutti.Gli “illuminati” sono quelli che producono i “protocolli dei Savi di Sion” per spargere veleno e mettere gli uni contro gli altri così che ciascuno guardi il suo vicino come un nemico.L’Illumismo è Eros, gli ILLUMINATI SONO Tanatos. Come l’Europa è Venere e i Teocons sono Marte, come è stato propalato a piene mani non molto tempo fa esaltando le vicende future e gloriose dell’iniziativa militare del Governo Usa di Cheney e della Hallyburton in Iraq.
09/18/07 @ 17:55
Comment from: Mr. Blond [Visitor] Email
Mr. BlondBlack boy fai festa.
Sei ridicolo.
I sionisti controllano la politica americana.
10/12/07 @ 14:18
Comment from: Kartonet [Visitor] Email
Kartonet“This is the Prometeus New World”Prometeo non simboleggia Lucifero(che in realta’ e’ Venere che infatti e’ chiamata la stella piu’ luminosa o anche la stella del mattino in quanto anticipa il sorgere del sole ovvero la stella che porta la luce)
La simbologia di Prometeo e’ l’archetipo dell’uomo che si rende indipendente dalla sottomissione agli dei e rappresenta pienamente gli intenti fideistici grillani nei confronti della scienza.Diciamo che quindi rappresenta un’anticlericarismo che vuole condannare il lato spirituale e morale dell’uomo per asservirsi a una visione scientistica della vita.Dall’interpretazione simbolica si ottengono molte informazioni…in realta’ il mito Prometeo potrebbe nascondere una lobby tecno-scientifica di carattere massonico.
10/13/08 @ 08:19
Comment from: PEPE RAMONE [Member] Email
PEPE RAMONEPrometeo e Lucifero simboleggiano, in epoche e ambienti culturali diversi i portatori del ‘fuoco della Gnosi’.
Per il resto, quello che ne deduce Kartonet è esattamente quello che si suggerisce in questo articolo.
10/13/08 @ 10:27
Comment from: grilloparlante [Visitor] Email
grilloparlanteUn ottimo approfondimento sui finanziatori di Grillo si trova qui:
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=17519 “La Casaleggio Associati viene fondata il 22 Gennaio 2004 da Enrico Sassoon, Gianroberto Casaleggio, Luca Eleuteri, Davide Casaleggio e Mario Bucchich.alcuni partner statunitensi è possibile individuarli in:
1)ENAMICS, azienda informatica USA leader nel BTM, un sistema che permette di prendere in tempo reale decisioni atte a massimizzare il profitto. Un’intera sezione è dedicata al settore agroalimentare la cui mission è:
Citazione:
BTM Agrim’s Solution Center principles include:
* Rapid implementation:
o Creation of deliverables with customer critique and acceptance
o Leverage of Intellectual Property: BTM Fusion 360TM, BTM Works 360TM and BTM Accel 360TM
o Single implementation with re-use across multiple business units
o Leverage of on-demand social business experts
* Frequent, predictable value delivery
* Well-defined roles for customer team members and BTM training and certification
* Customer site and virtual presence when appropriate to the progress of delivery and/or culture of the customer. Virtual interaction and collaboration optimizes the use of resources for both customers and BTM Agrim. http://btmagrim.btmcorporation.com/SolutionCenters/2)THE BIVINGS GROUP http://www.btmcorporation.com/About/è il partner a cui la Casaleggio si ispira. E’ l’azienda leader nel social network, in web marketing. Per mezzo della rete manipola l’opinione pubblica, utilizzando falsi cittadini e finte associazioni per promuvere gli interessi dei loro clienti. Come si evince dalla sezione “what we do” del loro sito.E’ un’azienda che si occupa dell’immagine delle aziende, per venderle meglio alla gente. La Monsanto è sua cliente. Altri clienti sono la Philip Morris e la Lorilland Tobacco. E poi la BP AMOCO, industria petrolifera responsabile di disastri ambientali.4/5 dei soci della società editrice del sig. Grillo (tutti meno Davide Casaleggio) hanno ricoperto importanti incarichi alla Webegg, come Maurizio Benzi, Marketing di Webegg e organizzatore dei Meetup di Grillo a Milano.Cos’è la Webegg?Webegg Spa è un gruppo multidisciplinare per la consulenza delle aziende in Rete. Era controllata per il 59,8 % da I.T. Telecom Spa (controllata a sua volta al 100% da Telecom Italia). Poi, nel luglio 2004, I.T. Telecom Spa sigla un accordo con Value Partner Spa per la cessione del pacchetto azionario detenuto in Webegg Spa, pari al 69,8% del suo capitale, al prezzo di 43 milioni di euro, il restante 30,2% è posseduta da Finsiel (79,5% Telecom Italia). In seguito alla fusione con VP Web e VP Tech è nata Value Team,
qui il link per vedere cosa fa oggi la Value Team http://www.valueteam.com/chisiamo.asp . Non mi dilungo ad approfondire i servizi che offre la value team, benchè siano molto interessanti ma vi invito comunque a darci un occhio.Voglio invece approfondire la figura di Enrico Sassoon:
Dal maggio 1998 è amministratore delegato della American Chamber of Commerce in Italy, una lobby che cura gli interessi delle corporazioni americane in italia. Il presidente è il vice di MICROSOFT, Umberto Paolucci; nel board http://www.amcham.it/Italian/comitati_board.asp numerosissime aziende USA e italiane: un po di nomi
* Umberto Paolucci, Vice Presidente Microsoft Corporation
* Gian Battista Merlo, Presidente e Amministratore Delegato ExxonMobil Mediterranea Srl
* Gianmaria Donà dalle Rose, Amministratore Delegato Twentieth Century Fox Home Entertainment Italia Srl
* Massimiliano Magrini, Country Manager Google Italia
* Luciano Martucci, Presidente e Amministratore Delegato IBM Italia Spa
* Pietro Modiano, Presidente Banca IMI Spa
* Gina Nieri, Consigliere di Amministrazione Mediaset Spa
* Maria Pia Pierdicchi, Direttore Generale Standard & Poor’s
* Massimo Ponzellini, Presidente Impregilo Spa
* Cristina Ravelli, Country Legal Director The Walt Disney Co. Italia Spa
* Dario Rinero, Presidente e Amministratore Delegato Coca-Cola HBC Italia Srl
* Cesare Romiti, Presidente Onorario RCS Editori Spa Dal 1977 al 2003 nel gruppo Il Sole 24 Ore (lo stesso gruppo che nel 2005 assegnava a grillo il premio WWW) . Dal 1985 al 1998 è stato direttore responsabile de L’Impresa-Rivista Italiana di Management; dal 1990 al 1998 della rivista Impresa Ambiente, di cui è stato il fondatore; dal 1993 al 1997 è stato direttore responsabile della rivista settimanale Mondo Economico; dal luglio 1997 al gennaio 1998 è stato Direttore Scientifico del gruppo Il Sole 24 Ore. Ha pubblicato oltre 2mila articoli su Il Sole 24 Ore, Mondo Economico e ha diretto la testata Affari internazionali del quale vi invito ad osservare i nomi presenti in redazione http://www.affarinternazionali.it/chisiamo.asp fra cui spiccano Enrico Letta, Tommaso Padoa Schioppa, Mario Monti e Giuliano Amato. Non male per uno che dice di voler abbattere il “Sistema”.
07/24/09 @ 14:34
Comment from: anticolonialistamilitante [Visitor] Email
anticolonialistamilitanteNon sappiamo se trattasi di uno “quei” Sassoon che nel secolo XIX esercitarono,
con la English East India Company, il monopolio del commercio dell’oppio, al servizio dei Reali di Windsor accumulando tali ricchezze da essere battezzati “i Rotschild dell’ Estremo Oriente” . e con gli stessi Rotschild compromessi in innumerevoli losche storie.
Lo strano curriculum di questo Enrico Sassoon lo farebbe pensare.Oggi la comunicazione è la continuazione della guerra (coloniale), con altri mezzi.07/27/09 @ 15:26

V-DAY ………. PAURA? (2 Ottobre 2007)

Un breve percorso iconografico intorno al V-Day, da Cornelio Agrippa, a V Per Vendetta, passando per il Bafometto …

Paura eh?

PEPE ‘Lucarelli’ RAMONE

P.S. per avere due dritte su V Per Vendetta, (e sul suo autore, Alan Moore) ridate un occhio qui: Britney Spears/Eyes Wide Shut. This entry was posted on October 2nd, 2007 at 12:03:02 pm by PEPE RAMONE and is filed under Scenari. 3 comments

Comment from: bl@ckboy [Visitor] Email
bl@ckboyTu diresti che anche Mr.Bean ha qualcosa di diabolico ?
Meglio esplorare ogni recondita possibilità. Basta aver sempre presente che si sta parlando di Mr.Bean e della Storia che si ripresenta come farsa. Anche se c’è chi ardentemente crede che nonb sia così.Ti dirò, a volte ho l’impressione che lo stesso Mr. Bean sia sorpreso di chi lo applaude entusiasticamente.Mi ricorda molto i dialoghi “bene, bravo – grazie – prego”.
10/02/07 @ 18:42
Comment from: PEPE RAMONE [Member] Email
PEPE RAMONECiao Black,
non conosco abbastanza MrBean, ma certo nella sua idiozia qualcosa di dementemente dissolutorio c’è…..
Non credo che si tratti di farsa (la seconda volta) ma di tragedia (la prima volta) poichè è la Prima volta che i mezzi di ‘comunicazione’ di massa vengono usati con tale competenza(Casaleggio docet). A proposito di farsi due risate, lo si chi è l’altro ‘uomo Casaleggio’??
Antonio Di Pietro. Bah, mi sembra che Funzione Storica e ‘retroscena’ coincidano. Pare che della partita sia anche Paolo Attivissimo uno dei più strenui sostenitori ‘a comando'(oltre l’evidenza e per alcuni temi fuori tempo massimo) della teoria ‘ufficiale’ sull’11 settembre.
…curioso come certi complottismi coincidano con certi anti-complottismi.
Tanto per dirne una… Marco Travaglio censura l’argomento ‘signoraggio’ sul suo sito.
P.R.
10/02/07 @ 18:55
Comment from: bl@ckboy [Visitor] Emailbl@ckboyConsentimi un esercizio del mio prediletto copia-incolla (della serie perchè dire peggio qualcosa che altri hanno già detto efficacemente):
Citazione.
— Dicono che Antonio Di Pietro abbia gran voglia di elezioni. I sondaggi pare che lo premino, unico leader della coalizione di governo, e l’uomo assai avvertito non vuole logorarsi nell’attesa, ma saltare presto sull’onda della protesta “antipolitica”. Nel dubbio che possa essere corta e non lunga, come appare oggi. Di Pietro ha preso a muoversi senza impacci, in ogni direzione. Intrattiene affettuosi rapporti con Beppe Grillo (pare che i due si piacciano molto). Concede e incassa aperture di credito da Gianfranco Fini (pare che i due si ammirino). Mena fendenti ad avversari e amici: in verità, più agli amici di governo che agli avversari. Senza vincoli, come se la sua storia politica dovesse cominciare la prossima settimana, circondato e consigliato da uno staff eterogeneo dove fanno capolino il webmaster di Grillo, Gianroberto Casaleggio; il capo di gabinetto di Tremonti, Vincenzo Fortunato, oggi suo capo di gabinetto; vecchie volpi della Prima Repubblica già transitate in imprese con molti guai giudiziari (Impregilo) o nelle segreterie politiche di Cossiga, Mastella, Buttiglione, D’Onofrio come Stefano Pedica, oggi capo della sua segreteria.
Questo si legge, in questi giorni. Ognuno fa quel che gli pare e con chi gli pare. E’ nella natura della politica che Di Pietro voglia far cadere un governo che lo mette a disagio con i suoi elettori e con le sue convinzioni.
Quel che appare contraddittorio in questa strategia è il “caso” che Di Pietro ha scelto per scuotere il governo, come del tutto incongruo è il “compagno di strada” che si è scelto: Roberto Speciale, già comandante della Guardia di Finanza.
Tanto per parlare della “Casta”.
Direi che è un cerchio che si chiude. Tendenzialmente mi verrebbe da ridere. Amaramente. La situazione non appare seria, anche se “drammatica” .
Proviamo a schioccare le dita e vedere se gli sgrillettati si risvegliano ? Per vedere se colgono la presa per i fondelli ?
Misterbean è un “comico”, il resto non saprei.
10/02/07 @ 22:01

CASALEGGIO: A NEW WORLD ORDER IS BORN! (30 Luglio 2009)

Abbiamo seguito dall’inizio la strategia comunicativa del ‘nuovo’ Beppe Grillo cercando di individuare fini occulti di eventuali ‘mandanti’. Lo abbiamo fatto qui (Beppe Grillo e il mito della caverna) e qui (V-Day….Paura?). Oggi aggiungiamo un nuovo tassello, dopo l’inquietante progetto Prometeus: la straniante visione di questa…(non so come chiamarla, proiezione? profezia? agenda?)

…individua chiaramente la Casaleggio (sponsor di Grillo, ma anche di Di Pietro) come portatori di una avanzata ideologia tecno-mondialista, fredda come una camera mortuaria, moralmente indifferente (Mussolini e Hitler, a loro modo, sarebbero stati dei ‘passi in avanti’) in cui la stessa ‘esistenza’ è legata alla ‘connessione’. Un mondo di individui ‘monade’ in cui per essere devi essere in Earthlink, o NON avrai una identità.14,08,2054 A New World Order is born, today….

PEPE”STOP NWO“RAMONE

10 comments
Comment from: goldrake [Visitor] Email
goldrakeEsatto Pepe, una sorta di “fascismo amichevole” gestito da entità multinazionali e basato sull’informazione globale, come ben documentato qui:
“Dai Neo-Malthusiani al Nuovo Ordine Mondiale, passando per Beppe Grillo”
07/30/09 @ 17:13
Comment from: anticolonialistamilitante [Visitor] Email
anticolonialistamilitanteinsisto, l’uomo da indagare -il vero link mondialista- è Enrico SassoonDovrebbe trattarsi di un rampollo di uno “quei” Sassoon che nel secolo XIX esercitarono,
con la English East India Company, il monopolio del commercio dell’oppio, al servizio dei Reali di Windsor accumulando tali ricchezze da essere battezzati “i Rotschild dell’ Estremo Oriente”, e con gli stessi Rotschild sono compromessi in innumerevoli losche storie. I Sassoon accumularono anche a Bagdad immense ricchezze.Lo strano curriculum di questo Enrico Sassoon dovrebbe far pensare.
08/05/09 @ 14:07
Comment from: sieh [Visitor] Email
siehprrr
08/05/09 @ 14:49
Comment from: anticolonialistamilitante [Visitor] Email
anticolonialistamilitanteIl legame Sassoon / Rotschild è stato ben indagato qui:
http://beppegrillo.meetup.com/280/it/messages/boards/thread/6148181/60
Qui una breve stroria dei Sassoon per capire di chi stiamo parlando: http://ambientalismodirazza.blogspot.com/2009/08/la-dinastia-ebraica-dei-sassoon-creo-il.html
08/11/09 @ 12:11
Comment from: ex-grillino [Visitor] Email
ex-grillinobellissimo !!
http://www.youtube.com/watch?v=TkuEXcfzxWY
08/11/09 @ 12:25
Comment from: anticolonialistamilitante [Visitor] Email
anticolonialistamilitanteho trovato qui la trascrizione del video qui sopra http://www.movisol.org/09news143.htm
08/13/09 @ 12:02
Comment from: Vattimo [Visitor] Email
VattimoAnche questo non è male:
INCHIESTA SULLA CASALEGGIO
http://sitoaurora.splinder.com/post/21014442/Inchiesta+sulla+Casaleggio+Ass
e questo(E’ UFFICIALE : ENRICO SASSOON DELLA CASALEGGIO ASSOCIATI FA PARTE DELLA DINASTIA DEI NARCOTRAFFICANTI INTERNAZIONALE SASSOON)che conferma l’ipotesi della supposta discendenza dinastica.Credo che si possa ormai affermare con certezza che Grillo è agente (consapevole o no) del famoso piano mondialista.
08/18/09 @ 14:19
Comment from: Antò [Visitor] Email
AntòAl peggio non c’è mai fine.
Tra i dipendeti della Casaleggio Associati vi è un certo Marco Canestrari. Nel Suo sito, identico a quello di Beppe Grillo e Antonio Di Pietro, troviamo tra i link ben in evidenza quello di Paolo Attivissimo.
Le principali competenze di Attivissimo sono (udite udite):
“Esperienza di consulente in sicurezza informatica, tecniche di penetrazione e persuasione on line, crittografia, difesa della privacy, creazione di siti web, desktop publishing, gestione di reti”.
Questi è famoso, tra l’altro, per alcune apparizioni nel programma di Mentana “Matrix” in puntate dove si parlava dell’11 settembre e il sig. Attivissimo cercava di demolire a tutti i costi, facendo disinformazione, le tesi del complotto portate avanti da Mazzucco e Chiesa. Stessa operazione, sulle scie chimiche.
10/06/09 @ 16:13
Comment from: Tavaroli [Visitor] Email
Tavaroli
L’ALBERO GENEALOGICO DELLA FAMIGLIA SASSOON
(la madre di Enrico Sasson è Esther Chayo e il padre Leon Sasson, Joseph Sasson è suo fratello e collaborano entrambi con Renato Manheimer, scrivono entrambi sul sole 24 ore e come loro la moglie di Sasson)
http://www.casaleggio.it/immagini_blog/partner.gifHong Kong e le Guerre dell’Oppio dei Sassoon (con i Rotschild alle spalle)
Al termine del mandato inglese su Hong Kong, dopo 99 anni di occupazione, centinaia di articoli di giornali e servizi televisivi hanno coperto l’evento, ma nessuna fonte si è permessa di rivelare come l’Inghilterra prese possesso di Hong Kong ! La verità si trova nascosta nella storia della dinastia fondata da David Sassoon “Il Rotschild dell’Estremo Oriente” e sul suo monopolio sopra il traffico dell’oppio. L’Inghilterra si appropriò di Hong Kong attraverso le Guerre dell’Oppio per permettere ai Sassoon di drogare un’intera nazione !
David Sassoon nacque a Bagdad, Iraq, nel 1792. Suo padre, Saleh Sassoon, era un ricco banchiere che era anche tesoriere di Ahmet Pasha, il governatore di Bagdad. Nel 1829 Ahmet fu destituito per corruzione e la famiglia Sassoon si trasferì in India, a Bombay. La città si trovava lungo una strategica rotta commerciale verso l’interno del continente indiano ed era anche la porta per l’Estremo Oriente. In breve tempo i Sassoon riuscirono ad ottenere dal governo inglese, controllato dai banchieri Rotschild, i diritti di monopolio sulla manifattura di cotone, seta e – più importante di tutto – l’oppio, che allora era la droga principale fra quelle che danno assuefazione. L’enciclopedia Ebraica del 1905, dichiara che i Sassoon espansero il traffico dell’oppio in Cina e Giappone. David Sassoon sistemò i suoi 8 figli nei principali centri di scambio dell’oppio in Cina. Secondo l’Enciclopedia Ebraica del 1944 “David Sassoon impiegò solo Ebrei nelle sue attività commerciali, e ovunque andavano costruivano sinagoghe e scuole per loro stessi. Trasferì in Cina intere famiglie di origine ebraica e le mise al lavoro”. I figli di Sassoon si occuparono a Canton di diffondere la droga che distrugge la mente. Fra il 1830 ed il 1831 trafficarono 18.956 casse di oppio, guadagnando milioni di dollari. Parte dei profitti andarono alla Regina Vittoria e, soprattutto, ai banchieri Rotschild. Nel 1836 il commerciò salì ad oltre 30.000 casse ed il consumo di droga divenne endemico nelle città costiere della Cina. A quei tempi praticamente non vi era uomo che non consumasse l’oppio, compreso l’intero esercito. Nel 1839 l’Imperatore Manchu XuanZong Daoguang (Tao-kuang) ordinò lo stop al traffico di droga. Nominò il governatore di Canton, Lin Tse-hsu di condurre una campagna contro l’oppio. Lin sequestrò 2.000 casse di droga ai Sassoon e le gettò nel fiume. Un oltraggio del quale David Sassoon informò i Rotschild che chiesero al Goveno inglese di ordinare una rappresaglia. Così iniziò la prima Guerra dell’Oppio, con l’esercito inglese impiegato come mercenario per i Rotschild. Furono attaccate le città e presi d’assedio i porti della Cina. I militari cinesi, indeboliti da dieci anni di forte assuefazione all’oppio non furono in grado di fronteggiare gli Inglesi. La guerra terminò nel 1839 con la firma del Trattato di Nanchino. Questo introduceva clausole appositamente pensate per permettere ai Rotschild, tramite il loro burattino David Sassoon, di rendere schiava per la droga un’intera popolazione. Il “trattato di pace”, infatti, prevedeva: 1. piena legalizzazione del commercio dell’oppio in Cina; 2. Risarcimento per 2 milioni di sterline per l’oppio confiscato e distrutto da Lin; 3. Sovranità territoriale a favore della Corona Inglese sopra un certo numero di isole costiere.I Rotschild ed i Sassoon usarono l’Esercito inglese per drogare un’intera nazione
David Sassoon, il trafficante di droga in nome dei Rothschild in Cina venne naturalizzato cittadino inglese nel 1853. Mantenne abbigliamento ed usanze degli Ebrei di Bagdad, ma permise ai figli di crescere secondo gli usi inglesi. Suo figlio Abdullah cambiò il nome in Albert. Intanto il Primo Ministro inglese scrisse al Commissario per la Corona, capitano Charles Elliot, che il trattato non era pienamente soddisfacente per gli Inglesi. Doveva essere rigettato perché: “Dopo tutto, il nostro potere navale è così forte che noi possiamo ordinare all’Imperatore ciò che vogliamo prendere piuttosto che chiedere quello che lui intende cedere. Dobbiamo ottenere l’ammissione del commercio dell’oppio anche nella Cina interna, aumentare le somme per il risarcimento e chiedere l’accesso a molti altri porti cinesi.” Così la Cina non solo dovette pagare ai Sassoon il costo dell’oppio confiscato, ma rimborsare gli Inglesi di 21 milioni di sterline per ripagare i costi della Guerra dell’Oppio. Questo permise ai Sassoon di ottenere il monopolio della distribuzione della droga nei porti cinesi. Comunque, ancora non era abbastanza ed i Sassoon rivendicarono il diritto di vendere oppio in tutta la Cina. Al rifiuto dell’Imperatore seguì la Seconda Guerra dell’Oppio tra il 1858 ed il 1860. Palmerston dichiarò che tutta la Cina interna doveva essere aperta ad un ininterrotto traffico di droga. Gli Inglesi subirono una sconfitta al Forte Taku nel giugno del 1859 quando i marinai, ai quali fu ordinato di prendere il forte, furono costretti a muoversi sul terreno perchè il porto era ostruito dal fango. Diverse centinaia furono uccisi o catturati dai cinesi. Un Palmerston arrabbiato affermò: “Dobbiamo dare una tale lezione a queste perfide torme che il nome dell’Europa deve diventare sinonimo di terrore”. In ottobre gli inglesi assediarono Pechino. Quando la città cadde, il comandante inglese, Lord Elgin, ordinò che i templi ed altri santuari fosserò saccheggiati e rasi al suolo per far capire il loro assoluto disprezzo verso i Cinesi. Nel nuovo “trattato di pace”, firmato il 25 ottobre del 1860, agli Inglesi venne assegnato il diritto di espandere il traffico della droga su sette ottavi del territorio cinese, che portò un ritorno di 20 milioni di sterline solo nel 1864. In quell’anno i Sassoon importarono in Cina 58.681 casse di oppio, mentre nel 1880 l’importazione schizzò a 105.508 casse, facendo dei Sassoon la seconda più ricca famiglia ebraica nel mondo, dopo i Rotschild. Agli Inglesi fu assegnata la penisola di Hong Kong come colonia, iniseme a larghe porzioni di Amoy, Canton, Foochow, Ningpo e Shanghai. I Sassoon impiantarono quindi basi per il commercio dell’oppio in ogni centro occupato dagli Inglesi, al cui commercio era adibito personale esclusivamente di origine ebraica, sotto precise direttive dei Sassoon. Comunque il Governo Inglese non permise mai l’importazione dell’oppio in Europa.
I diritti di monopolio dei Sassoon distrussero l’industria tessile inglese e fecero ricchi i Roosevelt.
Sir Albert Sasson, il primogenito di David Sassoon rilevò l’impero di famiglia. Tra le altre cose, costruì grandi fabbriche tessili a Bombay che impiegavano mano d’opera pagata con salari da fame. Questa espansione continuò dopo la Prima Guerra Mondiale e causò la messa fuori mercato delle fabbriche tessili del Lancashire, Inghilterra, e la conseguente perdita di migliaia di posti di lavoro. Questo non impedì alla Regina Vittoria di nominare baronetto Albert Sasson nel 1872. Solomon David Sassoon, un altro figlio di David, si insediò ad Hong Kong e condusse gli affari di famiglia fino alla sua morte nel 1894. Quindi l’intera famiglia si riunì in Inghilterra poichè con le comunicazioni che si erano modernizzate potevano controllare il loro impero finanziario dalle loro lussuose basi londinesi. I Sassoon socializzarono con la casa reale ed Edward Albert Sassoon sposò Aline Caroline Rotschild nel 1887, così da sommare le fortune familiari con quelle dei Rotschild. Anche Edward fu nominato baronetto dalla Regina. Tutti i 14 nipoti di David Sassoon furino nominati ufficiali durante la Prima Guerra Mondiale ed in questo modo furono in grado di evitare i combattimenti.
Franklin Delano Roosevelt ereditò una fortuna dal nonno materno Warren Delano, che nel 1830 era il principale azionista della società Russell & Company. Questa armava la flotta commerciale che trasportava l’oppio dei Sassoon dall’India verso la China e ritornava con il Te per il mercato occidentale. Warren Delano si spostò a Newburgh, New York e nel 1851 sua figlia Sara sposò un facoltoso vicino, James Roosevelt, il padre di Franklin Delano Roosevelt. Egli era al corrente dell’origine delle fortune di famiglia ma si rifiutò di metterle in discussione. Il traffico dell’oppio dei Sassoon portò morte e distruzione per milioni di cinesi ed ancora oggi martoria l’Asia. La corrotta monarchia inglese li onorò con privilegi e nomine. Ai giorni nostri i Sassoon sono ricordati nei libri di storia come “grandi sviluppatori” dell’India ma l’origine della loro sconfinata ricchezza non viene mai menzionata.
06/12/10 @ 15:28
Comment from: PEPE RAMONE [Member] Email
PEPE RAMONEhahaha, se ne sono accorti ora….http://www.lettera43.it/attualita/19863/chi-e-casaleggio-la-mente-del-movimento-a-5-stelle_breve.htmhttp://gilioli.blogautore.espresso.repubblica.it/2011/06/17/serenetta-beppe-e-il-m5s/il nostro articolo è datato 30.07.09 !!!!
07/02/11 @ 23:04
Questa voce è stata pubblicata in geopolitica, Intelligence, New American Century, rivoluzioni colorate, Social Networks, Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Grillo, Formigli e il Segreto di Pulcinella (ovvero, quello che abbiamo detto dal 2007 ad oggi)

  1. Ma la sete di ricchezza e di potere nei borghesi è sempre molto forte e quindi eccoli occuparsi con i banchieri Rothschild della produzione e del traffico dell’oppio. Un’attività che rendeva cifre da capogiro grazie alla diffusione della droga soprattutto in Cina e Giappone.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...